Presepe

Il Presepe e la creatività dei bambini

“È davvero un esercizio di fantasia creativa, che impiega i materiali più disparati per dare vita a piccoli capolavori di bellezza. Si impara da bambini: quando papà e mamma, insieme ai nonni, trasmettono questa gioiosa abitudine, che racchiude in sé una ricca spiritualità popolare. Mi auguro che questa pratica non venga mai meno; anzi, spero che, là dove fosse caduta in disuso, possa essere riscoperta e rivitalizzata”.

Le parole di Papa Francesco sul Presepe bastano a rappresentarne l’importanza. Non solo dal punto di vista spirituale, religioso e culturale, ma anche come momento fondante della crescita dei più piccoli.
Pensiamo a quello che il Presepe è. Si tratta della rappresentazione di una scena che, pur essendo nota a tutti, ognuno può costruire a suo modo. Insomma, è un esercizio di creatività, che coinvolge tutta la famiglia e che può stimolare in maniera positiva la fantasia e la creatività dei più piccoli.

Dati alcuni elementi centrali, lasciate i bambini liberi di costruire e immaginare la Betlemme dell’anno 0, assecondando la loro indole, la loro immaginazione e la loro visione del mondo. Lasciateli liberi di scegliere i personaggi, di farli interagire nello spazio del Presepe e di creare situazioni che siano frutto della loro immaginazione. Ma il Presepe non è solo uno splendido esercizio di fantasia. È anche un momento di condivisione per tutta la famiglia ed è l’occasione per raccontare ai bambini e renderli partecipi della storia di tutte le storie. I bambini apprendono soprattutto dalla relazione con gli adulti, in particolare con i genitori. Raccontare una storia ha quindi più valore che leggerla da soli. Raccontare una storia di fronte a una scena che ne ricrea l’atmosfera e l’ambientazione ha un valore enorme.