“Nel lockdown degli adolescenti”. E’ online il numero di Pediatria di giugno

E’ online il numero di Pediatria di giugno, con un primo piano dedicato al lockdown degli adolescenti. Abbiamo dato la parola a uno psicologo di lunga esperienza, Gianni Biondi, per lasciarci guidare tra le emozioni, le paure inespresse, le delusioni e i dialoghi ritrovati di una generazione che nella quarantena ha dato il meglio di sé e che ora prova a tornare a una normalità che del tutto normale non è ancora.

“Non trascurate la salute mentale degli adolescenti, soprattutto quella delle ragazze”: è il monito che arriva dall’OMS Europa, per bocca di Martin Weber, Programme Manager for Child and Adolescent Health dell’OMS Europa, che in un’intervista a Pediatria rivela i sorprendenti risultati di una recente indagine condotta su adolescenti e preadolescenti di 45 Paesi.

ANCORA SUL COVID-19

Si parla ancora molto di COVID-19 in questo numero di Pediatria: a partire dall’Editoriale del Presidente SIP Alberto Villani dedicato alla lezione del SARS- CoV-2 per i pediatri giovani e meno giovani. Sul piano clinico Guido Castelli Gattinara anticipa i risultati preliminari dello studio multicentrico SIP-SITIP sull’infezione COVID-19 in bambini e adolescenti, al momento il più ampio studio in Europa, Marco Cattalini e Antonella Meini riportano l’esperienza dall’ospedale dei Bambini di Brescia dove si è osservato un andamento bifasico dell’infezione da Covid-19, mentre Anna Maria Musolino e Maria Chiara Supino mettono in luce le potenzialità dell’ecografia bedside per la valutazione clinica nei bambini Covid, dal momento che il ricorso alla TAC andrebbe limitata a casi selezionati.

IL CANGURINO SULL’ENURESI

Allegato a questo numero di Pediatria il “Cangurino” dedicato all’enuresi.

Perché ne parliamo?

Perché è una tra le condizioni cliniche più frequenti in età pediatrica, ma anche per la complessità della sua origine, per l’impatto che può avere sulla sfera psico-comportamentale del bambino, per migliorare la qualità della vita del bambino e della sua famiglia.

Non perdetevelo.

Buona lettura!