European Academy of Pediatrics indirizza la politica internazionale per la salute dei bambini durante la pandemia

’ dell’aprile di quest’anno la pubblicazione da parte delle Nazioni Unite di un documento programmatico sull’impatto che COVID ha avuto e sta avendo sui bambini. Nel documento vengono evidenziate le principali aree di preoccupazione che incidono sulla sicurezza, sull’istruzione e sul benessere dei bambini di tutto il mondo e vengono auspicati maggiori informazioni, più solidarietà e più azione. 

Sulla scorta di tali raccomandazioni l’European Academy of Paediatrics/UEMS Section of Paediatrics ha promosso un’iniziativa volta a sensibilizzare  i leader europei e i governi nazionali a prendere misure urgenti e unificate per seguire tale guida, contribuendo a mitigare i rischi identificati, per garantire il miglior futuro possibile per il nostro bene più prezioso: i bambini.

 Tre sono le aree di interesse affrontate – PROTEZIONE, GIOCO e ATTIVITA’ FISICA, ISTRUZIONE – nelle quali si ritiene che l’intervento sia maggiormente necessario. Per ogni area vengono fornite prove del problema, raccomandazioni sugli interventi ritenuti necessari e sulle azioni di monitoraggio dei risultati. Questo con la consapevolezza che ancora molta deve essere la ricerca in questi campi e che ciò richiede finanziamenti coordinati in tutta Europa.  All’iniziativa hanno aderito le Società Scientifiche Pediatriche al momento di 25 Paesi, compresa la nostra Società. La sintesi del lavoro è un “documento” finale, che è stato convertito in un pdf illustrato e in un’infografica che facilmente può essere diffusa e che trovate in questo link

Prof.ssa Liviana Da Dalt
Delegato nazionale SIP all’EAP
liviana.dadalt@unipd.it

 

  .