Nuovo Dpcm, Villani: “Ognuno faccia la sua parte”

L'intervista del Presidente SIP a Studio24 su RaiNews24

“E’ indispensabile la responsabilità individuale, quindi che ognuno faccia la sua parte”. Alberto Villani, Presidente della Società Italiana di Pediatria (SIP), intervistato da Studio24, su RaiNews24, commenta il nuovo Dpcm firmato dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. “Come è accaduto anche in passato- da parte del Governo- c’è una progressione dei provvedimenti e l’augurio è che queste misure siano sufficienti”, sottolinea Villani.

E davanti ai dati che indicano una percentuale del 13% tra tamponi effettuati e positivi, il Presidente SIP dice: “E’ la fotografia di un Paese in cui il virus circola molto. Dobbiamo fare una riflessione perché quello che vediamo adesso è il frutto di ciò che è stato fatto nelle settimane precedenti. Quando c’è qualcuno che non rispetta le regole e che non ha comportamenti responsabili- ribadisce Villani- provoca il rischio che il virus circoli di più e le misure servono proprio a far sì che tutti abbiano ben presente la necessità di rispettare le regole: il distanziamento, il lavaggio delle mani, l’uso delle mascherine. Tutto ciò che può limitare il contagio deve essere seguito in maniera rigorosa”.

Per quanto riguarda poi la chiusura di cinema e teatri ma non, per esempio, dei luoghi di culto Villani dice: “Va tenuto conto che ci sono delle considerazioni e delle decisioni che sono politiche e non mediche. Certamente là dove tutte le regole vengono rispettate il problema non è quello che accade all’interno del luogo ma ciò che può avvenire prima e dopo. Se si va a teatro rispettando le regole del teatro e poi si esce e si torna casa evitando assembramenti o situazioni che possano favorire la circolazione del virus, è una cosa che può essere fatta”. Così come per la scuola “il problema non è ciò che accade all’interno ma tutto ciò che avviene prima e dopo”, sottolinea il Presidente SIP.

Sulla speranza di avere un vaccino contro la Covid19 già a dicembre, come annunciato da Conte, il Presidente SIP chiarisce: “E’ corretto dare informazioni su quello che è il percorso del vaccino, avendo sempre presente che i tempi vengono dati tenendo come possibilità quella che tutto vada nel verso giusto. Nel fare un vaccino vanno rispettate tutta una serie di regole e di procedure che sono fatte in diverse fasi- dice Villani- Quindi se tutto quello che finora si è verificato in alcuni processi industriali che stanno portando alla formulazione di vaccini efficaci e sicuri dovesse andar bene, parlare di dicembre è ragionevole”, conclude.