Villani: “Virus nemico insidioso e violento ma che può essere combattuto se tutti fanno la propria parte”

Il Presidente SIP interviene ai microfoni di Agorà per commentare la cosiddetta seconda ondata Covid

“La situazione richiede la massima attenzione, soprattutto per quanto riguarda il dato relativo alle terapie intensive. E’ importante evitare che tante persone abbiano bisogno di assistenza che poi diventa difficile poter dare. Questo virus è un nemico insidioso e violento ma che può essere combattuto se tutti rispettano la propria parte”. Alberto Villani, Presidente della Società Italiana di Pediatria (SIP) interviene ai microfoni di Agorà, su Rai 3, per commentare la cosiddetta seconda ondata Covid. “E’ importante guardare al contesto internazionale, a quanto è accaduto nei Paesi vicini all’Italia, come ad esempio la Francia”, sottolinea Villani per ribadire  ancora una volta quanto sia fondamentale rispettare sempre di più e sempre meglio le regole: evitare gli assembramenti, distanziamento fisico, lavaggio delle mani e uso delle mascherine.

“Va sempre ricordato che questo è un virus che si diffonde con estrema facilità- dice il Presidente SIP- Questo deve essere chiaro a tutti. Quindi l’unico modo per contrastarlo è evitare il contagio. Più persone si contagiano più c’è il rischio che una piccola percentuale muoia e una percentuale un po’ meno piccola abbia bisogno di terapie intensive- spiega Villani- Se una persona va in terapia intensiva ha altissime probabilità di sopravvivere e di vivere, se invece purtroppo non è possibile prestare cure intensive a coloro che ne hanno bisogno, questo rappresenta un rischio anche per la vita. Quindi quello che deve essere ben chiaro a tutti è che le misure hanno come finalità evitare i contagi e gli assembramenti, tutto ciò che ragionevolmente aiuta a fare questo, deve essere fatto”. Per questo il Presidente SIP inviata a riflettere “sui comportamenti di coloro che non rispettando le regole mettono a rischio tutti”.