Covid, il 12% dei contagiati sono bambini e adolescenti. La SIP invita a monitorare la situazione

Secondo i dati forniti dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS) sono 126.622, pari a circa il 12% dei contagiati, i bambini e gli adolescenti che nel nostro Paese sono risultati positivi al Covid-19 durante la pandemia. Tra questi 36.622 sono nella fascia tra 0 e 9 anni e 90.000 in quella tra 10 e 19 anni. “Personalmente ritengo che il numero reale sia molto più alto perché la malattia in questa fascia d’età è spesso di lieve entità e può passare addirittura inosservata”, sottolinea ai microfoni di Radio Capital Rocco Russo, responsabile del Tavolo tecnico Vaccinazioni della Società Italiana di Pediatria (SIP). “E’ per questo- precisa il pediatra- che la raccomandazione rivolta ai genitori è quella di monitorare e mettere in atto tutti gli interventi finalizzati alla prevenzione nella diffusione del virus pandemico. Non dobbiamo dimenticarci- continua Russo- che abbiamo a che fare con un virus nuovo che ha messo in ginocchio i sistemi sanitari mondiali”.

Secondo i dati dell’Iss la maggior parte di bambini e ragazzi ha manifestato delle forme cliniche lievi “con un tasso di letalità fortunatamente bassissimo- sottolinea il responsabile del Tavolo tecnico Vaccinazioni SIP- ma se i contagi dovessero continuare ad aumentare dobbiamo prendere in considerazione il fatto che anche i bambini nell’età evolutiva, soprattutto quelli fragili con patologie preesistenti, potrebbero andare incontro a problemi di salute molto più importanti”, avverte Russo.