Villani: “La scuola resta sicura, gli screening lo confermano”

L'intervista del Presidente SIP all'Agenzia di stampa Dire

“Un’occasione unica, un lavoro storico che ci ha permesso di dimostrare quello che sta veramente accadendo nella scuola”. Alberto Villani, Presidente della Società Italiana di Petriatria, che raccoglie circa 11mila pediatri italiani, commenta così i risultati del progetto ‘A tutela dello studente, per una scuola sicura’ promosso dalla SIP, dall’Ospedale pediatrico Bambino Gesù, dall’Istituto di Ortofonologia (IdO) e dalla Fondazione Mite.

Nel corso della conferenza stampa, che si è svolta nell’istituto ‘Regina Elena’ di Roma, Villani ha letto i dati del progetto pilota sviluppato per avere dati certi sulla reale pericolosità di diffusione del Covid-19 all’interno degli istituti scolastici.

La popolazione studentesca ha coinvolto due plessi scolastici per un totale di 1264 soggetti (1094 studenti, 141 insegnanti e 27 addetti del personale): più del 96% del totale, “un’adesione plebiscitaria”, ha commentato Villani. Gli screening si sono svolti a inizio settembre e poi sono proseguiti a cadenza mensile. Nel primo round sono stati testati 1099 campioni e solo un soggetto è risultato positivo, nel secondo a fronte di 1075 solo 7 sono risultati positivi e nel terzo, su 1257 test, solo 3 studenti sono risultati positivi. In totale, quindi, 16 alunni distribuiti in 14 classi differenti.

“Proseguiremo lo studio- ha concluso Villani- i pediatri sono stati sempre convinti dell’importanza della scuola in presenza, ma era importante accertare che la scuola fosse un luogo sicuro. E questa ricerca lo dimostra”. I risultati saranno oggetto di una pubblicazione scientifica.