La Pediatria italiana e la pandemia da SARS-CoV-2

L’editoriale del Presidente SIP sull’ultimo numero di Pediatria

Articolo pubblicato su Pediatria – numero 10-11 –ottobre-novembre 2020 – pag. 3

Il 27 e 28 novembre 2020 sono date già divenute storiche per la Pediatria italiana e non solo. Il Congresso straordinario digitale della Società Italiana di Pediatria ha avuto una massiva partecipazione in diretta e continua a essere seguito da moltissimi soci SIP che accedono ogni giorno alle diverse sessioni. Nessuno avrebbe potuto immaginare un tale successo di sentita e apprezzata partecipazione: la conferma che serietà e qualità trovano sempre il giusto riscontro. Gli apprezzamenti che stiamo ricevendo e la numerosità delle richieste di poter accedere alle diverse sessioni, anche da parte di non soci e di non Pediatri, ci hanno spinto a liberalizzare tutti i contenuti del Congresso straordinario già dall’11 gennaio 2021 e non dopo 3 mesi come inizialmente stabilito.

La SIP è particolarmente riconoscente ai tre Ministri della Repubblica Italiana invitati per un saluto che, in un momento di particolare criticità nel nostro Paese, hanno trovato tempo e modo per essere presenti. La SIP è ancor più grata per i contenuti dei loro interventi. Il Ministro della Salute On. Roberto Speranza, la Ministra dell’Istruzione Prof.ssa Lucia Azzolina, la Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia Prof.ssa Elena Bonetti hanno manifestato sincero e sentito apprezzamento per quanto i Pediatri italiani hanno fatto e stanno facendo nel corso di questa terribile pandemia. Tutti e tre hanno inoltre evidenziato l’importanza della Società Italiana di Pediatria come qualificato, serio, affidabile riferimento per l’età evolutiva, per le Istituzioni, per il nostro Paese. La SIP è riconosciuta per l’autorevolezza scientifica e culturale, come solido e apprezzato riferimento per tutto ciò che concerne l’età evolutiva: sempre dalla parte dei neonati, dei bambini, degli adolescenti e delle loro famiglie.

La SIP è particolarmente riconoscente ai Presidenti regionali SIP, ai Segretari dei Gruppi di Studio SIP, ai Presidenti delle Società affiliate alla SIP e ai loro rispettivi Consigli Direttivi per avere saputo rappresentare al meglio: a) la qualità e la bontà del servizio reso dai Pediatri italiani nell’assistenza ai loro pazienti più impegnativi e gravi negli Ospedali; b) la vicinanza alle famiglie e ai bambini visitando i pazienti nelle case e negli studi; c) l’eccellenza della ricerca svolta nelle nostre Università. Il loro impegno, la loro dedizione e il grande sforzo prodotto hanno dato eccellenti risultati di cui tutti possono essere orgogliosi e soddisfatti. Molto del merito del successo di questo evento è di tutti loro.

La SIP è particolarmente riconoscente a tutti i relatori che si sono impegnati nel garantire interventi attuali, aggiornati, interessantissimi, culturalmente eccellenti, formulati in maniera da garantire la più diffusa fruibilità e l’ineccepibile scientificità. Le Letture Magistrali hanno pienamente soddisfatto le attese, andando spesso ben oltre: straordinarie, in sintonia piena con tutto il Congresso.

La SIP è particolarmente riconoscente a tutti coloro che hanno seguito e che continuano a seguire tutte le sessioni manifestando grande interesse e apprezzamento per i contenuti delle relazioni. Un grazie sentito a tutte le aziende che, in un momento storico così difficile e complesso, hanno voluto sostenere la diffusione della cultura e dell’aggiornamento nell’interesse della salute e del benessere dei nostri piccoli pazienti. Il Congresso straordinario digitale della Società Italiana di Pediatria ha documentato l’eccellenza della Pediatria italiana nelle tantissime situazioni in cui i Pediatri italiani si sono impegnati con passione, dedizione e coraggio e ha contribuito a marginalizzare i pochi comportamenti non virtuosi di alcuni impiegati della sanità (smistatori telefonici).

La Pediatria italiana è eccellenza nella ricerca e nell’assistenza; questa è la Pediatria che la Società Italiana di Pediatra ha descritto e testimoniato nel Congresso Straordinario: la Pediatria Italiana e la pandemia da SARS-CoV-2.

Clicca qui per leggere la rivista completa