Bullismo e cyberbullismo, Ferrara: “Numeri impressionanti e potrebbero essere sottostimati”

L’intervista a radioWelness del Referente SIP per l’abuso e il maltrattamento

Ogni giorno in molte scuole si registrano episodi di bullismo e cyberbullismo. Per il CNAC (Centro nazionale anti cyberbullismo), un ragazzo su quattro in Italia tra 11 e 17 anni è stato coinvolto e si abbassa l’età: si inizia già tra i 7 e gli 8 anni. “Sono numeri impressionanti, un pugno allo stomaco, e potrebbero essere addirittura sottostimati”, commenta Pietro Ferrara, Referente SIP per l’abuso e il maltrattamento, intervistato da radioWelness in occasione della Giornata internazionale contro bullismo e cyberbullismo.

“Una volta conoscevamo forme di violenza fisica o verbale diretta – spiega Ferrara –  oggi attraverso gli strumenti telematici il cyberbullismo è diventato  una vera a propria piaga”.

Il pediatra ricorda poi come “sia che si tratti di bulli, sia che si tratti di bullizzati, in ogni caso in ciascuno dei personaggi c’è una sofferenza nascosta, un humus familiare e ambientale che ha determinato in queste persone una certa difficoltà. Sia il bullo che la vittima vanno aiutati”, dice Ferrara.

Clicca qui per ascoltare l’intervista completa: https://www.radiowellness.it/giornata-contro-bullismo/