Un Pediatra nel Comitato Tecnico Scientifico: breve storia di un anno straordinario

di Alberto Villani, Presidente SIP

Articolo pubblicato su Pediatria – numero 3 – marzo 2021 – pag. 6

Il 19 marzo 2021 ha avuto termine la mia partecipazione al Comitato Tecnico Scientifico (CTS), organismo del Dipartimento della Protezione Civile, istituito con decreto del Capo Dipartimento n. 371, il 5 febbraio 2020, “con competenza di consulenza e supporto alle attività di coordinamento per il superamento dell’emergenza epidemiologica dovuta alla diffusione del Coronavirus. Il Comitato è composto da esperti e qualificati rappresentanti degli Enti e Amministrazioni dello Stato”. La prima riunione del CTS alla quale ho partecipato è stata quella del 2 marzo 2020 e risale quindi esattamente a un anno fa. Anno caratterizzato da eventi straordinari, non solo imprevedibili, ma impensabili. Quanta preoccupazione, quanto senso di responsabilità, quanta difficoltà umana e professionale in situazioni e decisioni che è difficile descrivere per quanto complesse e fuori dai comuni parametri di comprensione e valutazione.

In questa situazione eccezionale, la Pediatria italiana è stata riconosciuta come interlocutore di riferimento per le Istituzioni e di questo sento il dovere di rendere merito all’allora Presidente del Consiglio il Prof. Giuseppe Conte (la Protezione Civile è diretta emanazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri) e dell’allora Capo Dipartimento della Protezione Civile, il dott. Angelo Borrelli. L’avere deciso di avvalersi, oltre che delle figure istituzionali (CSS, ISS, IMI, Protezione Civile, Ministero della Salute, Regioni), di esperti clinici, nella figura di Presidenti di Società Scientifiche (Anestesia e Rianimazione, Pneumologia, Geriatria, Pediatria), credo sia stato segno di una visione illuminata.

Servire lo Stato in una occasione così drammatica e difficile ha rappresentato un grande impegno, ma anche un onore, reso possibile, per quanto mi riguarda, dal sostegno e dall’aiuto continuo e qualificato dei tanti Colleghi Pediatri Universitari, Ospedalieri e del Territorio. Grazie ai loro consigli e ai loro contributi, l’età evolutiva ha avuto ascolto e ruolo, seppur tra mille difficoltà e drammatiche e incessanti diverse priorità. Debbo un grazie particolare alla Presidente dott.ssa Mariella Enoc e alla dirigenza dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù che mi hanno consentito, in questa drammatica evenienza, di servire gratuitamente lo Stato partecipando a oltre 150 riunioni del CTS in un anno. Terminata questa faticosissima, lunghissima e straordinaria esperienza, cambiate le condizioni pandemiche, con un diverso Presidente del Consiglio e un nuovo Capo Dipartimento della Protezione Civile, ritengo doveroso condividere con tutti i soci SIP l’orgoglio per la presenza, nelle fasi più drammatiche della pandemia, purtroppo ancora in corso, di un Pediatra, nel Comitato Tecnico Scientifico, nella figura del Presidente della Società Italiana di Pediatria. Colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro, per la verità tantissimi, che al termine di questo mandato mi hanno espresso riconoscenza, affetto, apprezzamento, con innumerevoli e-mail, messaggi, whatsapp: ringrazio tutti da queste pagine e mi scuso di non farlo singolarmente, ma rischierei di essere impegnato per… un anno intero! Grazie di cuore.

Clicca qui per leggere la rivista completa