Ricerca

Il programma del Congresso è stato costellato di relazioni che hanno riportato i risultati e le prospettive delle ricerche recentemente realizzate o in corso. E’ stato così possibile avere aggiornamenti sul neonato da madre con Convid-19 in gravidanza, sugli ostacoli lungo il percorso di cura e prevenzione dell’obesità in età evolutiva, sugli effetti della pandemia nel rapporto tra adolescenti e digitale, sulle novità in tema di diagnostica di laboratorio nelle patologie virali delle vie aeree.

Nel corso della terza giornata sono stati presentati i risultati di uno studio di coorte sull’impatto del virus respiratorio sinciziale sullo sviluppo di lungo periodo, le nuove evidenze relative all’immunopatogenesi del Covid pediatrico, i dati di una ricerca sulle prescrizioni off label in Pediatria e di uno studio prospettico nazionale sull’analisi genomica dei sarcomi pediatrici. Si è parlato anche del ‘Valore della ricerca nell’assistenza infermieristica pediatrica’ e dell’esperienza del contact tracing nelle scuole.

Il 28 maggio, quarta e ultima giornata di lavori, sono stati presentati i risultati di uno studio italiano intitolato ‘Quanto i bambini sono stati coinvolti dall’infezione da Covid-19’ e due consensus: una sulle osteomieliti e una sulla tromboprofilassi nei pazienti ospedalizzati con Covid-19, quest’ultima accompagnata anche dai dati di una survey.