ALBERTO TOZZI, RESPONSABILE AREA DI RICERCA MALATTIE MULTIFATTORIALI E MALATTIE COMPLESSE OPBG

L’ETICA DELLA PEDIATRIA DIGITALE – QUALI SONO E QUALI SARANNO LE OPPORTUNITÀ E I RISCHI DELLE RISORSE DIGITALI IN PEDIATRIA

L’intelligenza artificiale offre degli strumenti che probabilmente cambieranno il modo di fare la medicina. Il punto è che non dobbiamo pensare che questi strumenti sostituiranno il medico, il pediatra. No! Ma lo aiuteranno a evitare di fare le cose che ci fanno perdere un sacco di tempo e dovrebbero permetterci invece di concentrarci sulla relazione con il paziente. Noi stiamo vivendo un momento in cui si parla tantissimo di tecnologia, digitale, intelligenza artificiale e crediamo che questa sia una disciplina un po’ esterna alla Pediatria. In realtà non stiamo parlando di tecnologie, ma di cambiare i nostri comportamenti e i processi che utilizziamo tutti i giorni in ambulatorio, in ospedale. La tecnologia è fatta di macchine che devono essere al nostro servizio. Noi lavoriamo con i pazienti, con le famiglie, con gli altri colleghi ed è questo il tema che dobbiamo sviluppare quando pensiamo all’uso di questi nuovi strumenti.