Gruppo di Studio I Diritti dei Bambini

Presentazione

Tutti i mutamenti degli ultimi anni che si sono verificati nella nostra società hanno avuto un inevitabile impatto sulla Pediatria, che ha sempre più risvolti sociali e bioetici e non solo sanitari. Non è da molto tempo che il bambino viene considerato titolare di diritti e nonostante i passi avanti fatti sinora i principi della Convenzione Internazionale dei diritti dell’infanzia e sui diritti da questa tutelati vengono purtroppo ancora in parte disattesi. Sino a qualche anno fa non si parlava di diritti dei bambini in famiglie conflittuali, di violenza assistita, di minori in carcere al seguito di madri detenute, di minori stranieri non accompagnati, di bambini che vivono in famiglie che seguono regimi dietetici estremi. Ci sono inoltre nuove sfide sino a oggi poco considerate come ad esempio l’identità di genere o le mutilazioni genitali che il pediatra deve conoscere e saper affrontare. È importante notare come questi cambiamenti interessino non solo il punto di vista sanitario ma anche giuridico. Ad esempio la legge n 69 del 2019 (Codice Rosso) ha riconosciuto il minorenne come persona offesa da violenza assistita e ha ribadito la titolarità di un diritto sacrosanto. Il Gruppo di Studio I Diritti dei Bambini nasce dall’esigenza di assicurare a tutti i bambini che i loro diritti non vengano calpestati in alcun modo e per diffondere una vera cultura dell’infanzia.

Composizione

Segretario

FERRARA Pietro

Consiglieri di Coordinamento 

BRUNA Gabriele (Sicilia)

CENTENARI Chiara (Toscana)

GATTO Antonio (Lazio)

MOZZILLO Enza (Campania)

RAPONI Marilena (Lazio)

SCARPATO Elena (Campania)