Dal 18 al 21 maggio, a Sorrento, il 77° Congresso Italiano di Pediatria

Dopo due anni, l’evento torna a svolgersi in presenza

Il Congresso Italiano di Pediatria torna in presenza. Dopo le ultime due edizioni svolte interamente in modalità telematica, a causa dell’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Covid-19, quest’anno l’evento promosso dalla Società Italiana di Pediatria (SIP) sarà finalmente, e nuovamente, dal vivo. In programma da mercoledì 18 a sabato 21 maggio, presso l’Hilton Sorrento Palace di Sorrento, il 77° Congresso Italiano di Pediatria si conferma come il più importante evento della prestigiosa e riconosciuta tradizione pediatrica italiana, un appuntamento che vuole rappresentare in maniera completa le professionalità e le sensibilità culturali e scientifiche del mondo dell’età evolutiva.

Per la prima volta il Congresso Italiano di Pediatria sarà presieduto da una donna: la Presidente della SIP, Annamaria Staiano, eletta alla guida della Società scientifica a maggio dello scorso anno.

Centinaia le relazioni di altrettanti professionisti della Pediatria che presenteranno novità e ricerche nei vari ambiti di competenza: nutrizione e salute in età evolutiva, malattie croniche non trasmissibili, malattie genetiche e metaboliche, prevenzione e assistenza, infezioni respiratorie, gastroenterologia, neuropediatria, cardiologia, nefrologia, reumatologia, medicina di genere, cure palliative, emato-oncologia. Senza dimenticare il grande tema delle vaccinazioni, il post pandemia e la Pediatria futura.

Novità di quest’anno saranno le ‘Controversie’: sessioni di confronto in cui due esperti dialogheranno su uno stesso tema presentandone approcci differenti, con un moderatore unico. Sei quelle in programma: ‘Trauma cranico: imaging si, no, quando?’; ‘Glutine: non sempre celiachia’; ‘Quando la pubertà è precoce’; ‘I bilanci di salute’; ‘Pre-post-probiotici’; ‘Allergia alle proteine del latte vaccino o reflusso gastroesofageo: dieta o farmaci?’

Oltre 20 le letture magistrali in programma tenute da autorevoli esponenti del panorama istituzionale, scientifico e accademico italiano. Per citarne alcune: ‘Bambini e COVID-19: dal rischio di malattia grave alle vaccinazioni’, del Presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Franco Locatelli; ‘Mozione infanzia’, dell’onorevole Paolo Siani, Vicepresidente commissione parlamentare per l’Infanzia e l’Adolescenza; ‘Prescrizione di farmaci durante la pandemia: tra onda mediatica ed evidenze scientifiche’ di Nicola Magrini, Direttore Generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco; “Ricerca, innovazione e futuro dei giovani in Italia, di Gaetano Manfredi, Sindaco di Napoli. Senza dimenticare la Lettura in onore del Maestro Gian Paolo Salvioli ‘Strategie di prevenzione delle infezioni neonatali’ tenuta da Giovanni Corsello, Editor in Chief dell’Italian Journal of Pediatrics.

Si parlerà anche di organizzazione delle cure pediatriche e di rischio professionale con sessioni dedicate. Quattro i corsi precongressuali in programma il 18 maggio: Ecografia pediatrica, Accessi vascolari, Spirometria e Come fare ricerca in Pediatria. Il termine per iscriversi ai corsi è il 20 aprile.

Infine, da sottolineare le attività dedicate ai giovani, quali il bando ‘Pediatria Futura’ riservato a giovani iscritti alla Società Italiana di Pediatria di età inferiore a 42 anni che svolgano attività di ricerca e che prevede l’assegnazione di 3 premi (di 1.000 euro ciascuno), e il concorso riservato agli specializzandi in Pediatria, soci SIP, per l’assegnazione di 3 premi di ricerca (di 1.000 euro ciascuno).

Per gli specializzandi iscritti alla SIP l’iscrizione al Congresso sarà gratuita (deadline 20 aprile).