World Asthma Day 2022

Quest'anno si celebra il 3 maggio. Ecco le iniziative SIMRI

L’asma bronchiale è una delle patologie croniche più diffuse in età pediatrica. Nei Paesi occidentali, Italia inclusa, interessa circa un bambino su 10 e ha notevoli ricadute, in termini di spesa sanitaria, oltre che di assenze scolastiche e lavorative. Gli attacchi acuti d’asma sono causa di un numero elevato di accessi presso gli ambulatori e i pronto soccorso pediatrici e conducono sovente a ricoveri ospedalieri, in quanto risultano essere condizione potenzialmente pericolosa per la vita. Nonostante la disponibilità di linee guida per il trattamento di questa patologia, si registra ancora una marcata disomogeneità di comportamenti, sia sul territorio che in ospedale.

Ai fini di aumentare la conoscenza dell’asma e di migliorarne il trattamento, su iniziativa della Global Initiative for Asthma (GINA), dal 1998 il primo martedì del mese di maggio si svolge la Giornata mondiale dell’asma. Quest’anno la ricorrenza cade il 3 maggio e il tema sarà proprio “Closing Gaps in Asthma Care” (info: https://ginasthma.org/world-asthma-day-2022/), proprio per cercare di evidenziare e risolvere le situazioni in cui la gestione dell’asma è deficitaria e, in particolare, di garantire un accesso alla diagnosi e alle cure uguale per tutti i bambini, senza differenze socioeconomiche, etniche e di età, attraverso la comunicazione nelle scuole, il monitoraggio dell’aderenza all’uso dei devices e la consapevolezza della cronicità della malattia, che, come tale, deve essere considerata sia dagli specialisti che dagli amministratori della salute pubblica.

In occasione di questo evento, la SIMRI (Società Italiana per le Malattie Respiratorie Infantili) in collaborazione con Federasma (federazione che raccoglie le associazioni dei pazienti asmatici) e con l’associazione AsmAllergiaBimbi ha realizzato alcune iniziative. In particolare, la Società ha coinvolto le sue sedi regionali ottenendo la disponibilità di molti centri per l’organizzazione, nel mese di maggio, di sessioni di spirometria gratuita per i bambini, in occasione delle quali sarà illustrato come e quando si possa sospettare la comparsa di asma. A causa della pandemia e delle restrizioni a essa collegate molti centri non hanno avuto modo di partecipare e anche quelli che hanno aderito hanno dovuto limitare il numero di prestazioni erogabili. Tuttavia, riteniamo che questo sia un bel segnale di ripresa dopo due anni durante i quali anche le iniziative di screening e di informazione per la popolazione sono state fortemente ridotte.

Inoltre, è stata realizzata una brochure scaricabile tramite il sito della Società e la cui distribuzione sarà possibile in tutti i centri SIMRI durante il mese di maggio. Infine, tramite i canali della Società Italiana di Pediatria (SIP) verrà distribuito ulteriore materiale informativo.

Fabio Midulla, Presidente SIMRI,

a nome di tutto il Consiglio Direttivo della Società