Prevenzione e contrasto mutilazioni genitali femminili

Formazione Progetto P-ACT a Roma, Torino e Padova

Le mutilazioni genitali femminili sono una pratica dolorosa e dannosa per la salute, subita da giovani ragazze e bambine. In Italia, l’indagine più recente (2019) ha rivelato la presenza di 87.600 donne escisse, di cui 7.600 minorenni, 4.600 a rischio.

Per contrastare la diffusione della pratica tra le giovani migranti e poter intercettare il rischio è necessaria una comunità di operatori dei servizi pubblici e del privato sociale competenti e consapevoli, oltre che capaci di adottare un approccio transculturale nell’ambito della propria pratica professionale.

Con questo obiettivo nell’ambito del progetto P-ACT (Percorsi di Attivazione contro il Taglio dei Diritti – PROG/3595) sono state organizzate due giornate di formazione che hanno l’intento di contribuire alla costruzione di ponti tra le tematiche dell’approccio transculturale e della promozione della salute, valorizzando il confronto tra le diverse prospettive in campo.

Il progetto P-ACT si pone l’obiettivo generale di rafforzare la prevenzione ed il contrasto alla violenza di genere rappresentata dalle mutilazioni genitali femminili (MGF) nei confronti dei minori stranieri, attraverso azioni di sistema che coinvolgano diversi attori a livello locale (nelle città di Milano, Padova, Roma, Torino) e nazionale.

Il Progetto è finanziato dal Ministero degli Interni (FAMI) e coordinato da Amref Health Africa Italia, in partenariato con Associazione Non C’è Pace Senza Giustizia, Società Italiana Medicina delle Migrazioni (SIMM), Università degli Studi di Milano Bicocca e Coordinamento Nuove Generazioni Italiane (CoNNGI).

Le due giornate di formazione gratuita si terranno a Roma, Torino e Padova, e si intitolanoPrevenzione e contrasto delle MGF: uno sguardo multiprofessionale per la tutela delle minori migranti’.

La formazione prevede momenti di docenza frontale, gruppi di lavoro e tavole rotonde. L’iscrizione è aperta ad operatori sanitari, sociali, legali, educativi e del mondo dell’accoglienza fino a un massimo di 80 persone.

Il corso è accreditato per le professioni sanitarie.

Link per iscrizione: https://www.simmweb.it/index.php?option=com_rsform&view=rsform&formId=125