Prima Scuola Superiore di Pediatria,  Rimini, 18-23 marzo 2024

Ricerca Clinica/Nutrizione e Microbiota/Endocrinologia sono i tre moduli in cui si articolerà la Scuola aperta a tutti i pediatri SIP. Il termine per presentare le domande è il 4 febbraio 2024.

Si terrà a Rimini dal 18 al 23 marzo la Prima Scuola Superiore di Pediatria del  Progetto Formativo-Scuola Superiore di Pediatria SIP 2024, giunto alla sua terza edizione e promosso dalla SIP con l’obiettivo di offrire ai pediatri una formazione di alto valore scientifico. Sei giorni in presenza durante i quali, tra workshop, lezioni frontali e casi clinici interattivi, i partecipanti approfondiranno temi di grande attualità. In queste interviste i responsabili dei tre moduli Antonio Corsello, Elvira Verduci e Tommaso Aversa spiegano perché è importante partecipare. 

Modulo Ricerca Clinica/intervista ad Antonio Corsello, Presidente ONSP (Osservatorio Nazionale Specializzandi in Pediatria). 
“Un corso utile a chi vuole diventare ricercatore e a chi lo è diventato da poco”

A quali esigenze formative risponde il modulo?
Il modulo di Ricerca Clinica, che darà il via alla prima scuola del 2024, ha l’obiettivo di fornire ai giovani pediatri una solida base di competenze necessarie per condurre e partecipare attivamente alla ricerca scientifica nel contesto della pratica clinica. L’obiettivo è sviluppare conoscenze approfondite sulle metodologie di ricerca, la raccolta dati, la gestione pratica e la pubblicazione dei risultati. Inoltre, il modulo si concentrerà sull’integrazione della ricerca clinica nelle pratiche quotidiane, dando consigli concreti per migliorare e migliorarsi.

Perché è importante partecipare?
La partecipazione offre l’opportunità di sviluppare una rete di collaborazioni con altri professionisti e ricercatori, promuovendo lo scambio di idee e la condivisione di esperienze. Utile a chi vuole diventare ricercatore, a chi lo è diventato da poco, ma anche a chi vuole fare esclusivamente clinica ma desidera confrontare le proprie esperienze e avere strumenti da potere utilizzare in futuro.

Quali sfide per il pediatra nel futuro?
La necessità di integrare sempre più la pratica clinica con le nuove scoperte scientifiche e intelligenze artificiali, adottare approcci multidisciplinari e implementare tecniche innovative. Inoltre, la gestione delle informazioni e la capacità di tradurre rapidamente i risultati della ricerca in pratiche cliniche efficaci saranno sfide cruciali che faranno la differenza nel prossimo futuro.

 

Modulo Nutrizione e Microbiota/intervista a Elvira Verduci, Professore Associato Pediatria, Università di Milano.
“Le sfide per i pediatri in ambito nutrizionale richiedono una preparazione avanzata. Serve un approccio integrato e preventivo”

A quali esigenze formative risponde il modulo?
Le esigenze formative includono la comprensione dei principi di una corretta alimentazione come strumento di prevenzione e di valutazione dello sviluppo psicofisico. Risponderà all’esigenza di dotare i professionisti di strumenti pratici e approfondimenti specifici, affrontando argomenti quali lo screening nutrizionale e l’interpretazione di esami ematochimici in contesti infiammatori.

Perché è importante partecipare?
L’acquisizione di competenze nella gestione nutrizionale e nella comprensione del ruolo del microbiota nella salute (presente e futura) contribuirà a promuovere un approccio integrato e preventivo. La partecipazione consentirà a tutti i colleghi di essere all’avanguardia nelle conoscenze scientifiche e di implementare efficacemente strategie preventive nel loro quotidiano lavoro. Oltre all’approfondimento delle conoscenze, sarà un’occasione unica per interagire direttamente con i relatori sugli aspetti più pratici e i dubbi più comuni.

Quali sfide per il pediatra nel futuro?
Le sfide per i pediatri in ambito nutrizionale richiedono una preparazione avanzata. La gestione del bambino che non cresce, il divezzamento difficile e l’integrazione dei probiotici nella pratica clinica sono solo alcune difficoltà più comuni nel nostro lavoro. L’approfondimento dell’inquadramento dello stato nutrizionale nei bambini neurologici e la comprensione dei collegamenti tra cibo e permeabilità intestinale diventeranno sempre più essenziali come competenze cliniche. Partecipare a questo modulo aiuterà i pediatri ad affrontare tali sfide in modo competente, offrendo un approccio avanzato e personalizzato alla nutrizione pediatrica.

Modulo Endocrinologia/ intervista a Tommaso Aversa, Professore Associato di Pediatria Università di Messina
“Un’opportunità per acquisire gli elementi essenziali per un corretto inquadramento auxologico in tutte le fasi dell’età evolutiva.”

A quali esigenze formative risponde il modulo?
Alla necessità di garantire ai pediatri un aggiornamento puntuale su alcune tematiche endocrinologiche inerenti principalmente a crescita e sviluppo puberale. Le esigenze formative derivano dall’importanza che una corretta valutazione auxologica assume nell’identificare l’insorgenza di quadri clinici patologici. La crescita, infatti, rappresenta il principale indicatore di salute di un bambino e pertanto un rallentamento o una accelerazione della stessa spesso rappresentano il primo segno clinico dell’insorgenza di una patologia.

Perché è importante partecipare?
I discenti, anche attraverso la presentazione di casi clinici ed in modalità interattiva, acquisiranno gli elementi essenziali per un corretto inquadramento auxologico in tutte le fasi dell’età evolutiva. Verranno forniti gli strumenti per interpretare correttamente la lettura dell’età ossea, per gestire scenari clinici di anticipazione puberale, di bassa statura ed eccesso ponderale. Infine, i partecipanti potranno acquisire le più recenti conoscenze scientifiche relative alla fisiologia dell’accrescimento staturo-ponderale, alla interrelazione fra epigenetica, nutrizione ed accrescimento e agli effetti che i disturbi della condotta alimentare, tanto diffusi in età pediatrica ed adolescenziale, hanno sul sistema endocrino.

Quali sfide per il pediatra nel futuro?
In un contesto in cui la spesa sanitaria è sempre crescente e le opportunità diagnostiche e terapeutiche diventano sempre più ampie, valutare correttamente l’accrescimento staturo-ponderale può essere utile da un lato per riconoscere tempestivamente determinate patologie, sia endocrine che non, e dall’altro per evitare il ricorso improprio ad accertamenti diagnostici e l’avvio di terapie non necessarie.

COME PARTECIPARE

La domanda va presentata entro le 23,59 del 4 febbraio 2024 attraverso posta elettronica indirizzata a: progettoformativosip@sip.it

La SIP ha bandito 40 Borse di Studio a favore dei partecipanti ai quali sarà offerto il pernottamento e il vitto e un rimborso delle spese di viaggio fino ad un massimo di 200 euro. L’unico costo a carico del partecipante è una quota simbolica di iscrizione di 100 euro, inserita come ulteriore motivazione a garanzia della presenza