Padova ospita primo corso intensivo su Innovazione tecnologica in Pediatria

Nei giorni 23 e 24 maggio si è tenuto a Padova il primo corso residenziale intensivo su “Innovazione tecnologica in Pediatria, Intelligenza Artificiale e Telemedicina”. L’evento, parte del programma formativo 2024 della Scuola Superiore di Pediatria della Società Italiana di Pediatria (SIP), è stato organizzato dalla Commissione per l’innovazione tecnologica in Pediatria della SIP in collaborazione con l’Accademia Italiana di Pediatria, il Collegio dei Professori Ordinari di Pediatria, il Collegio dei Direttori delle Scuole di Specializzazione in Pediatria e l’Italian Journal of Pediatrics.

Al corso hanno partecipato 35 pediatri, principalmente medici in formazione specialistica, provenienti da diverse regioni italiane. L’evento ha visto la partecipazione di 36 docenti, tra cui 20 esperti nel campo dell’Ingegneria Informatica e dell’Informazione provenienti dalle Università di Milano, Roma, Campus Biomedico, Napoli e Padova. Tra i relatori, anche opinionisti di Repubblica e Corriere della Sera, oltre a rappresentanti del mondo industriale.

Il corso, fortemente sostenuto dalla presidenza della SIP, si è proposto non solo come un’occasione di formazione e studio sui temi dell’Intelligenza Artificiale e della Telemedicina, ma anche di condivisione delle esperienze fino ad ora condotte su questi ambiti e quindi di contaminazione di idee e progettualità. “Nel panorama italiano è la prima volta che viene promosso a livello nazionale un corso intensivo, dalla ricca rappresentanza multidisciplinare, esclusivamente riservato a pediatri, su queste tematiche” afferma Giorgio Perilongo, Responsabile della Commissione Innovazione Tecnologica in Pediatria della SIP.

“La telepediatria e l’intelligenza artificiale rappresentano una rivoluzione per la pediatria,” ha affermato Rino Agostiniani Tesoriere SIP. “Gli ambiti di applicazione vanno dalla diagnosi al monitoraggio al supporto decisionale per i medici. Pensiamo solo alla gestione dei bambini affetti da patologie croniche e al modo in cui, grazie alla telemedicina, può essere migliorata la loro qualità di vita.”

Il feedback dei partecipanti è stato estremamente positivo, con molti che hanno espresso un vivo apprezzamento per la qualità e la rilevanza dell’esperienza formativa. “Come Società Scientifica siamo impegnati a garantire formazione continua agli 11.000 Pediatri che aderiscono alla SIP. Investire nella formazione dei pediatri è fondamentale per garantire che la telepediatria e l’intelligenza artificiale siano utilizzate in modo sicuro, efficace e umano”, ha concluso Agostiniani.